Visualizzazione post con etichetta Candia Marcello. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Candia Marcello. Mostra tutti i post

giovedì 9 giugno 2011

Cristo non ha mani ...- Marcello Candia Servo di Dio

Cristo non ha mani,
ha soltanto le nostre mani,
per fare il suo lavoro oggi.
Cristo non ha i piedi,
ha soltanto i nostri piedi
per guidare gli uomini
lungo la sua strada.
Cristo non ha labbra,
ha soltanto le nostre labbra
per parlare agli uomini di oggi.
Cristo non ha mezzi,
ha solo il nostro aiuto
per condurre gli uomini a sé.
Noi siamo la vera Bibbia
che i popoli leggono ancora!
Siamo l’ultimo messaggio di Dio,
scritto in opere e parole.

(Marcello Candia)
Il Servo di Dio, Marcello Candia, nasce a Portici il 27 luglio 1916, muore  a Milano il 31 agosto 1983. Industriale, Medico, Missionario. A 50 anni vende la sua azienda e si trasferisce in Brasile per costruire, a Macapà, in Amazzonia, un efficiente ospedale al servizio dei poveri e dei lebbrosi, che dona alla congregazione dei Camilliani per garantirne la continuità. Innumerovoli sono le sue opere, fino alla sua morte, si prodiga per intraprendere altre iniziative a favore di ammalati poveri, bambini e lebbrosi.
Il 12 gennaio 1991  il cardinale Carlo Maria Martini ha aperto  il processo di canonizzazione del Servo di Dio, Marcello Candia, chiuso l'8 febbraio 1994; nel 1998  viene depositata la “Positio super virtutibus””, ultimo passo prima della beatificazione. Postulatore della causa è il padre missionario e giornalista Piero Gheddo. Il 15 marzo 2011 viene inaugurato un parco giochi a lui dedicato in un'area compresa tra Via Colletta e Via Sannio a Milano. La Fondazione che oggi porta il suo nome, e da lui stesso costituita, ha sede in via Colletta 21 nel territorio della parrocchia degli Angeli Custodi a Milano. http://www.fondazionecandia.org/